27 Oct 2014

“MADE IN ITALY: ECCELLENZE IN DIGITALE” ARRIVA A GENOVA

 

 

 

clpLogogoogleIt

Da settembre a febbraio 2015, due giovani “digitalizzatori” opereranno presso la Camera di Commercio di Genova per supportare le imprese locali dei settori commercio, ristorazione e building service nell’utilizzo del web per promuovere i propri prodotti.
L’obiettivo dell’iniziativa “Made in Italy: Eccellenze in digitale”, promossa da Google e Unioncamere con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico, è quello di aiutare le PMI a scoprire e sfruttare a pieno le opportunità della Rete per diffondere il Made in Italy a livello internazionale, diffondere la cultura dell’innovazione digitale, valorizzare lo scambio di competenze tra le piccole imprese e i giovani nella transizione al digitale.
Il compito di supportare le imprese nel percorso di digitalizzazione è stato affidato a 107 giovani, formati da Google e Unioncamere, che per 6 mesi saranno ospitati in 52 Camere di Commercio, fra cui quella di Genova. Affiancati da un tutor, i giovani digitalizzatori svolgeranno attività di sensibilizzazione e supporto alle imprese del territorio per aiutarle a creare o sviluppare la propria presenza online. L’iniziativa si inserisce all’interno della campagna “e-Skills for jobs” della Commissione Europea.
Tania Pesalovo, toscana di 27 anni, laureata in Scienze della comunicazione sociale e istituzionale all’Università di Genova, e Federico Riscaio, ligure di 24 anni con una laurea in Scienze della comunicazione anch’egli all’Università di Genova, sono già al lavoro per organizzare incontri gratuiti di formazione e interagire con le aziende dei settori identificati dalla Camera di Commercio.
“Abbiamo scelto di agire su tre settori chiave per l’economia genovese – commenta il presidente della Camera Paolo Odone – come il commercio, la ristorazione e l’edilizia, per dare loro nuovo slancio e introdurre nuove strategie. Diffondere la cultura digitale nel nostro territorio, favorendo una presenza online attiva con respiro globale, è un passo fondamentale per crescere. Il web deve essere presente e futuro del Made in Italy.”
I due giovani “digitalizzatori” analizzeranno il livello di digitalizzazione delle imprese dei settori di riferimento residenti nel territorio di Genova, promuovendo le opportunità offerte alle imprese. Una volta raccolte le manifestazioni di interesse, passeranno poi a individuare e selezionare le imprese beneficiarie del progetto, implementando e condividendo con esse un programma di lavoro per la loro digitalizzazione.
Grazie a Internet, infatti, aziende di ogni settore e dimensione possono far conoscere i propri prodotti, anche di nicchia, oltre i confini nazionali raggiungendo nuovi mercati e nuovi clienti in tutto il mondo. Recenti studi1 dimostrano che, al crescere del livello di maturità digitale, aumenta la percentuale di imprese che fanno export. Maturità digitale ed export hanno un impatto diretto sul fatturato delle imprese: fino al 39% del fatturato da export delle imprese di medie dimensioni che sono attive online è realizzato grazie a Internet.
Sebbene tra il 2012 e il 2013 le ricerche globali su Google legate al made in Italy siano aumentate del 12%, esiste ancora un forte gap tra le nostre produzioni di qualità e loro presenza online. Anche perché solo una quota minima delle nostre imprese sfrutta tutte le potenzialità di Internet per accrescere il proprio fatturato. Tra le Pmi manifatturiere2, la stragrande maggioranza delle quali ha un proprio sito web, solo il 16% fa attività di e-commerce. È dunque evidente quali siano le opportunità che si aprono per le eccellenze italiane.

Maggiori informazioni sul progetto sono disponibili sul sito www.eccellenzedindigitale.it 
Genova, 5 settembre 2014

Per ulteriori informazioni:
GOOGLE ITALY
Claudio Monteverde – press-italia@google.com
AGENZIA PR GOOGLE ITALY
Barbara Rivolta – google@mslgroup.com
UFFICIO STAMPA UNIONCAMERE
Tel. 064704264-370-287
UFFICIO STAMPA CAMERA DI COMMERCIO
Anna Galleano – anna.galleano@ge.camcom.it – 335 7780567

__________________

1 Analisi condotta da Google in collaborazione con Doxa Digital su più di 5.000 aziende di piccole e medie dimensioni, per indagare il rapporto tra digitalizzazione ed export.
2 Dati Unioncamere su un campione di 1.500 Pmi manifatturiere (20-499 dipendenti)